Perché i rivenditori di carburante dovrebbero aggiungere caricatori EV alle loro stazioni di servizio

Quali sono i vantaggi per i rivenditori? Aiuterebbe i rivenditori a mantenere il traffico, il volume, a soddisfare gli obiettivi di emissione e persino a ridurre la domanda di carburante standard.  
Iconsumatori possono essere sicuri che i loro veicoli saranno caricati in modo comodo e conveniente?

Con una preoccupazione sempre maggiore per un comportamento ecologico e sostenibile, le stazioni di rifornimento potrebbero presto iniziare ad assumere un significato completamente nuovo. I rivenditori creeranno una nuova strada per i piazzali con stazioni di ricarica EV comode e confortevoli in tutto il mondo o strategie come queste sono troppo in anticipo sui tempi?

Mentre i prezzi del gas salgono, e molti credono che continueranno ad aumentare nei prossimi anni, più consumatori stanno cercando modi alternativi per mettere le mani sul carburante. Poiché l'adozione dei veicoli elettrici aumenta a un ritmo rapido, i rivenditori di carburante non hanno altra scelta che considerare se devono iniziare ad aggiungere caricatori EV a queste stazioni.

Il90% dei conducenti che sono passati ai veicoli elettrici (EV) non hanno alcun desiderio di tornare ai loro veicoli meno ecologici. L'evidenza punta verso un futuro elettrificato dove la necessità di stazioni di ricarica per alimentare questo passaggio alla mobilità elettrica è un fatto.

Sarà una nuova via per i piazzali e i rivenditori per ridurre gli obiettivi di emissione? I consumatori possono essere sicuri che i loro veicoli saranno caricati in modo comodo e conveniente?

Vantaggi dell'aggiunta di punti di ricarica EV alle stazioni di servizio

Ci sono molti vantaggi nell'aggiungere stazioni di ricarica EV alle stazioni di servizio. Dal fornire una nuova comodità ai consumatori, all'aiutare i rivenditori a soddisfare gli obiettivi di emissione e persino a ridurre la domanda di carburante standard. La domanda di questo servizio è destinata ad esplodere man mano che sempre più aziende e proprietà residenziali aggiungeranno punti di ricarica, rendendo le stazioni di rifornimento meno rilevanti.

Le stazioni di servizio e i rivenditori sono in una posizione unica per aiutare ad accelerare l'adozione dei veicoli elettrici rendendo la ricarica il più facile e piacevole possibile. Nel processo, i rivenditori aiutano se stessi con un rinnovato interesse a visitare i rivenditori di carburante anche con i veicoli elettrici. Naturalmente, sarà più impegnativo servire i clienti con velocità di ricarica lente, ma con gli sviluppi che stanno avvenendo nel settore molti veicoli elettrici stanno aumentando le loro gamme e prima o poi questo non sarà più un ostacolo.

I caricabatterie EV si dividono in due tipi principali: Caricabatterie AC e caricabatterie veloci DC. Questi due tipi sono identificati in base alle velocità di ricarica necessarie per ogni tipo di EV. Alcuni modelli impiegheranno diverse ore per caricarsi se inseriti in un caricatore, altri avranno bisogno di pochi minuti solo se inseriti in un caricatore DC. In genere, utilizzando caricatori rapidi che vanno a 175kW, ci vogliono 10 minuti per caricare un EV da 0-80%. Un hub di ricarica è una stazione pubblica progettata esclusivamente per la ricarica elettrica rapida.

Dal 2020, oltre 5000 stazioni di servizio hanno chiuso nel Regno Unito, segnalando l'inizio di un cambiamento di paradigma. Con la recente conversione da parte di Shell della sua stazione di rifornimento di Fulham al primo hub di ricarica elettrica di questo tipo, i piazzali e i rivenditori hanno alcune questioni serie da affrontare se vogliono continuare a rimanere vivi e competitivi.

Gli hub di ricarica possono essere costruiti nei locali delle stazioni di servizio esistenti come Shells o come stazioni indipendenti. In alcuni casi, ci sono anche più servizi dei semplici caricatori EV - queste stazioni potrebbero offrire pannelli solari, aggiungendo anche funzionalità come autolavaggi e negozi di alimentari, in modo che tutte le esigenze di spesa possano essere soddisfatte in una stazione. Questo modello, che non è lontano da alcune delle attuali disposizioni delle stazioni di servizio, sta aiutando a fare lo switch.  

Come sono i piani futuri delle stazioni di ricarica EV?

I vantaggi di adattare le stazioni di servizio agli hub di ricarica sono evidenti. Usando l'infrastruttura esistente delle stazioni di servizio, le stazioni di servizio e i rivenditori possono evitare investimenti per l'aggiornamento dell'elettricità ed essere efficienti dal punto di vista dei costi. Infatti, possono usare la ricarica dei veicoli elettrici come un flusso di entrate aggiuntive per attirare il pubblico nei loro negozi al dettaglio, oltre ai servizi di ricarica.

Inoltre, gli hub di ricarica possono aiutare le stazioni di servizio a mitigare le fluttuazioni e i picchi di prezzo imprevisti associati all'energia rinnovabile, bilanciando la domanda e l'offerta attraverso la necessità di più elettricità e lo sforzo sulle reti elettriche. Una congestione energetica prevista farà sì che il costo dell'elettricità consegnata aumenterà potenzialmente del 20% nel 2050 quando si costruiranno gli asset di energia rinnovabile e le infrastrutture di rete. Così, le soluzioni energetiche intelligenti che fanno perno sugli hub di ricarica permettono di risparmiare sui costi utilizzando i luoghi esistenti e servendo allo stesso tempo i bisogni crescenti dei clienti.

Convertire le stazioni di servizio in hub di ricarica EV non è un'impresa facile, soprattutto senza la giusta guida, l'infrastruttura e le prospettive future. Affidabilità e interoperabilità sono due "need-to-have" chiave che rendono il passaggio ancora più scoraggiante.  

Consideriamo un approccio graduale, il modo Heliox. In primo luogo, ci sono le considerazioni sull'infrastruttura. Rispetto a una stazione di servizio relativamente standardizzata, una stazione/hub di ricarica per EV comporta considerazioni sulla generazione di energia, sul tipo di punti di ricarica da utilizzare (oggi e potenzialmente in futuro) e sui cicli di ricarica. È importante ricordare che ogni stazione di ricarica aumenterà la domanda di energia elettrica, pur promuovendo un trasporto più pulito.

In secondo luogo, per incorporare la crescita potenziale nelle dimensioni e nella scala dell'offerta come risposta all'aumento della domanda, anche l'accantonamento per la crescita futura e gli aggiornamenti tecnologici sono considerazioni chiave. La dimensione del caricatore è destinata a ridursi, ma se la vostra crescita supera il tasso di contrazione, la capacità all'interno dei locali esistenti è una considerazione chiave.  

E infine, mentre i tempi di ricarica possono variare da 10 minuti a 45 per un EV di base, quali accessori extra potrebbero essere realizzati per aumentare il business case di una stazione?

Se si percorrono alcune strade chiave delle città globali, il passaggio ai veicoli elettrici è palpabile. Sviluppare l'esperienza di ricarica per essere simile o migliore dell'attuale esperienza di rifornimento sarà la chiave per aiutare i consumatori a fare il passaggio. E in questo processo, se le stazioni di rifornimento tradizionali possono identificare l'infrastruttura e il design aziendale, questo sarebbe un vantaggio per i rivenditori di carburante e i conducenti di veicoli elettrici nella ricerca di un trasporto sostenibile e di alternative verdi.  

Scoprite le nostre soluzioni di ricarica

Crediti per le immagini: Heliox

Scarica il nostro rapporto sui camion elettrici
Condividi questo post
Scarica il nostro rapporto sui camion elettrici
Nessun articolo trovato.
Condividi questo post

Rimanere nel giro

Fornisci la tua email per essere avvisato dei nuovi post del blog

Grazie! Ti sei iscritto.
Oops! Qualcosa è andato storto durante l'invio del modulo.